MASIFILM Productions

MASIFILM e il CINEMA CARAVAGGIO

Il Cinema Caravaggio nasce come “cinema salotto”: 160 comode poltrone di pelle, ampi spazi d’accoglienza, proiezione digitale 2k e il calore dei cinema come una volta.

Si tratta di una sala situata nei pressi di Parioli, Roma a via Giovanni Paisiello 24. I loro proprietari Gino Zagari e Massimiliano Di Lodovico hanno ristrutturato i locali nel 2015 per creare un ambiente caldo e intimo dove proiettare cinema d’essai e dare spazio a film che molto spesso non riescono a entrare nelle grandi sale.

“Il cinema è uno specchio dipinto

Ettore Scola

“L’abbiamo completamente ristrutturata – racconta ancora Gino Zagari a Gli Stati Generali – riducendo la capienza per migliorare standard qualitativi, come poltrone comode e più distanza tra le poltrone. Pensiamo a un cinema salotto”. Un tipo di cinema che, segnala Roberto Silvestri, giornalista e critico di cinema, è di casa a “Los Angeles, dove la trasformazione del parco cinema urbano passa per la gioiellizzazione delle sale. È un modello alternativo ai multiplex che coinvolge l’interno patrimonio sale delle città e dei piccoli centri. Insomma: comodamente al cinema invece che comodamente sulla vostra poltrona perché la poltrona del cinema è più lussuosa della vostra”.

Inoltre a differenza dei multisala, la pubblicità si riduce solo ai trailer dei film in programmazione, accorciando così l’attesa per la visione del film.

Nei primi anni di attività il cinema riesce a imporsi come importante punto di riferimento tra i cinefili della capitale, proiettando non solo film di qualità, ma anche ospitando incontri con attori, registi e sceneggiatori, nonché eventi quali Alice nella città.

Nonostante la pandemia Covid-19 abbia messo a dura prova tutto il settore, Sala Caravaggio ha continuato a farsi sentire aderendo a iniziative come #iorestoinsala e ha sempre aperto le porte al pubblico appena il governo ne dava il permesso.

Si tratta di “sopravvivenza minima” — dice Zagari — in quanto si è costretti a ridurre gli spettacoli per via del coprifuoco delle 22 oltre al fatto che non è permesso svolgere attività extra quali proiezioni con letture e Cineforum.

Era solito ospitare — fa notare — il Cinecircolo Romano, arrivato alla sessantesima edizione, che portava al cinema 700 persone due volte alla settimana.

Dal 29 aprile 2021 ha riaperto col film Nomadland, vincitore Oscar come miglior film e miglior attrice protagonista per Frances McDormand.

I posti sono distanziati e tra una proiezione e l’altra viene svolta la sanificazione a norma dei protocolli Covid-19.

Il cinema non si ferma.

Translate »